Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

Light + Building Autumn Edition 2022: edifici e reti intelligenti per la smart city

31 Marzo 2022

Promuovere la produzione di energia sostenibile, ridurre i consumi negli edifici ed estendere la mobilità elettrica. Questi gli argomenti principali verso un risanamento energetico entro il 2030. Con il rapido aumento dei prezzi per gas e petrolio e la necessità di garantire le forniture di materie prime, il tema dell’approvvigionamento energetico assume un carattere di urgenza completamente nuovo. I concetti di città futura, connessa e intelligente, esistono già. Al centro c’è un networking sicuro ed efficiente di persone, luoghi e infrastrutture.

 

Negli ultimi anni l’interesse tecnologico si è rivolto verso l’urbanizzazione e poiché lo spazio nelle città è limitato, questo deve essere utilizzato in modo ottimale. Tuttavia, i concetti di città intelligente e di approvvigionamento energetico efficiente e sicuro si basano sull’elettrificazione e la digitalizzazione delle infrastrutture. Una volta raggiunto questo step, è possibile utilizzare il vento e il sole quali fonti energetiche sostenibili (reti intelligenti), ecco perché sviluppo ed innovazione tecnologica giocano un ruolo fondamentale nel concetto di Smart City, consentendo approcci completamente nuovi a soluzioni attuali per la politica e la società. L’invenzione della batteria agli ioni di litio, ad esempio, ha trovato una giusta collocazione nello sviluppo della mobilità elettrica sostenibile. L’utilizzo di vento e sole quali energie rigenerative è reso possibile unicamente tramite l’eccellenza tecnica nella generazione, trasmissione e distribuzione (“Smart Grid”). Anche in questo caso, è di fondamentale importanza il continuo sviluppo delle tecnologie nell’informazione e nella comunicazione per garantire un collegamento in rete sicuro ed efficiente. Nel “Final Development” di una Smart City, persone, luoghi e infrastrutture comunicheranno tra loro attraverso le reti, mentre sono già realtà i collegamenti in rete e la raccolta di dati tecnici all’interno degli edifici.

 

Smart Building: la base della Smart City

Gli edifici intelligenti sono alla base della città intelligente. È qui che i residenti trascorrono gran parte del loro tempo, per vivere (“Smart Home”) o lavorare in edifici funzionali (“Smart Building”). Grazie ad un’interconnessione completa, i dati sono a disposizione dei professionisti garantendo, tra l’altro, un minor consumo di energia. Secondo la German Electrical and Electronic Manufacturers’ Association (ZVEI), l’automazione intelligente degli edifici può ridurre il consumo di energia e le emissioni di CO2 dal 30 al 40%. I sistemi Self-Learning consentono il coinvolgimento intensivo degli utenti negli edifici, ad esempio controllandone l’illuminazione, il condizionamento e il riscaldamento o consentendo la visualizzazione delle vie di fuga sui dispositivi mobili. I sistemi di sicurezza, ad esempio, possono essere implementati non solo per rilevare pericoli quali incendio o furto con scasso, bensì arrivando addirittura a prevenirli.

 

Smart Lighting: l’elemento fondamentale del risparmio energetico

Fattore importante per il risparmio energetico è l’illuminazione. Secondo l’Arbeitsgemeinschaft Energiebilanzen (Commissione di lavoro sui bilanci energetici), in Germania l’illuminazione rappresenta circa il 13% del consumo di elettricità. L’introduzione di apparecchi a LED ha rappresentato un gigantesco passo in avanti nella tecnologia del lighting garantendo un risparmio fino all’80% di energia rispetto ai vecchi apparecchi convenzionali. Lo Smart Lighting ha anche una forte influenza sul benessere e sul senso di sicurezza delle persone. Regolando la temperatura ed il colore della luce con apparecchi a LED, è possibile realizzare scenari individuali che aumentano il benessere personale e dunque la produttività (“Human Centric Lighting“). Su scala più ampia, gli impianti stradali a LED arrivano a costituire la spina dorsale di una città intelligente. Dotati di WLAN, funzione di ricarica per auto elettriche, pulsante per chiamata di emergenza o sensori di misurazione traffico e meteo, rappresentano una componente fondamentale dell’IoT. Progetti pilota sono già stati realizzati a Berlino-Adlershof e a Santander, in Spagna.

 

Smart Mobility possibile solo con infrastruttura di ricarica elettronica

Molte città hanno sofferto a lungo di ingorghi ed elevati livelli di inquinamento. Pertanto, i nuovi concetti di mobilità rappresentano la base delle future città intelligenti. Oltre alla gestione del traffico ed al collegamento dei trasporti in rete, l’espansione della mobilità elettrica è alla base di questo importante concetto. Considerato il forte incremento nell’immatricolazione di veicoli elettrici, è necessario accelerare l’espansione delle infrastrutture di ricarica. Nella Smart City devono essere disponibili sufficienti punti di ricarica, idealmente integrati in una rete elettrica intelligente (“Smart Grid”) che fornisca energia rigenerativa economica ed indipendente dal tempo, evitando inoltre un potenziale sovraccarico dell’infrastruttura.

Le sfide del futuro, urbanizzazione e cambiamento climatico, si possono affrontare unicamente con concetti lungimiranti ed idee innovative. Le città intelligenti non sono più una semplice visione, sono già in fase di realizzazione. Già nel 2014 l’UE ha nominato 240 città europee che perseguono concetti di città intelligente più o meno avanzata. Per andare oltre le misure individuali ed i progetti pilota verso soluzioni efficienti, è necessario uno scambio intenso di informazioni tra tutte le parti interessate, a livello nazionale ed internazionale. Solo se politici, urbanisti, operatori edili, architetti, progettisti, installatori e rappresentanze dei cittadini continueranno a scambiarsi idee e a perseguire insieme soluzioni praticabili, le città intelligenti diventeranno realtà comune già nel prossimo futuro.

In quest’ottica, Light + Building Autumn Edition 2022 a Francoforte rappresenta una piattaforma ideale per questo scambio fondamentale. L’attenzione si concentrerà su concetti di automazione per edifici, città e quartieri intelligenti, gestione dell’energia, infrastrutture avanzate di ricarica elettrica e sicurezza in rete.

 

Light + Building Autumn Edition si svolgerà dal 2 al 6 ottobre 2022, presso Messe Frankfurt.

Sarà accompagnata da Light + Building Digital Extension, dal 2 al 14 ottobre 2022.

 

Light + Building

(Visited 62 times, 62 visits today)

Articoli correlati: