Copyright © 2020 P.IVA 06746930152
  • Inglese
  • Italiano

Lo spettacolo continua

29 Ottobre 2020

Particolarmente interessanti quest’anno sono le tendenze dettate dalla pandemia

 

Gli ultimi mesi sono stati molto più che impegnativi. Tuttavia, c’è stata aria nuova per espositori e visitatori a Shanghai, che hanno goduto di una ripresa dei contatti e rafforzato il business mediante una vasta gamma di prodotti innovativi. Con accurate misure di sicurezza, le tre fiere concomitanti – Shanghai Intelligent Building Technology, Shanghai Smart Home Technology e Parking China – hanno aperto le porte nella metropoli cinese tra il 2 e il 4 settembre. Queste le prime fiere di building-technology in territorio asiatico ad accogliere nuovamente i visitatori nel Corona Anno Zero.

Organizzate come “piattaforma unica”, le tre fiere hanno accolto 25.837 professionisti e 208 espositori su un’area espositiva di circa 20.000 mq. A livello tematico, i tre eventi si sono focalizzati su tecnologie a supporto del superamento delle difficoltà create dalla pandemia di Covid-19, quali ad esempio, IoT, intelligenza artificiale, big data, robotica, smart office, smart parking, salute e sicurezza in ambito domestico, efficientamento energetico, 5G, città intelligenti e, in particolare, tecnologie di riscaldamento, ventilazione e condizionamento. Visitatori ed espositori delle fiere Shanghai Intelligent Building Technology, Shanghai Smart Home Technology e Parking China hanno avuto modo di apprezzare gli insostituibili vantaggi degli incontri vis-à-vis.

Fonte: Messe Frankfurt Hong Kong Ltd.

 

La pandemia guida le tendenze del settore

“Particolarmente interessanti quest’anno sono le tendenze dettate dalla pandemia. Ad esempio, l’esigenza di un miglior collegamento tra edifici e uffici ha dato vita ai nuovi standard di home-working. Inoltre, le persone trascorrono necessariamente più tempo nelle loro abitazioni e ciò ha portato ad un incremento della domanda di tecnologie smart da utilizzare per necessità quotidiane e di lavoro”, riferisce Lucia Wong, Deputy General Manager di Messe Frankfurt (HK) Ltd a Hong Kong. Poiché il settore sta rapidamente cambiando e c’è la necessità di recepire i progressi e innovazione, il programma dei tre eventi si è rivelato un importante strumento per esplorare nuove opportunità attraverso uno scambio interdisciplinare delle informazioni. Straordinario il forum organizzato dalla Intelligent Branch of China Engineering & Consulting Association, incentrato sulle sfide e le opportunità che il settore delle costruzioni intelligenti deve affrontare nell’era post-pandemica.

 

La stagnazione non è un’alternativa

Questa è una grande fonte di speranza“, afferma Wolfgang Marzin, President and Chief Executive Officer, commentando la positiva conclusione degli eventi. “Dobbiamo imparare a far fronte alla situazione e già da ora garantire lo svolgimento delle fiere che abbiamo costruito insieme negli anni. L’alternativa sarebbe la stagnazione. E questo non aiuta nessuno. Vogliamo andare avanti alla giusta velocità, analizzando, testando e modificando ove necessario”. Citando la “modifica”, Marzin si riferisce all’adozione delle fiere ibride. “Niente può sostituire gli incontri di persona. Inoltre, nessuno ci sta facendo pressione per determinate scelte. Allora, perché non sfruttare gli aspetti migliori degli incontri fisici e delle funzioni digitali nell’interesse di tutti?

 

 

(Visited 30 times, 1 visits today)

Articoli correlati: