Copyright © 2020 P.IVA 06746930152
  • Inglese
  • Italiano

Un’illuminazione più salubre per il Retail

14 Marzo 2021

Nordic Power Converters premiata con il prestigioso ECO Lighting Technology Award

 

Nordic Power Converters ha scelto di focalizzarsi nella produzione di drivers LED di dimensioni compatte, efficienti dal punto di vista energetico, per garantire una ottima qualità di luce. L’azienda Danese ha ottenuto recentemente il “Lighthing for good award”, accreditandosi come la migliore azienda in grado di soddisfare le particolari esigenze richieste dalle lampade da interior design negli spazi Retail più prestigiosi al mondo.

 

Cos’hanno in comune Louise Vuitton, Bulgari, Marc Jacobs, Givenchy e Christian Dior?

Chiunque concorderà sul fatto che sono tutti “brand legati al mondo del lusso”, ma allo stesso tempo non si deve sottovalutare un altro aspetto fondamentale: sono parte di un unico gruppo. The Moёt Hennessy Louis Vuitton Group, cui usualmente ci riferiamo con la sigla LVMH, riunisce sotto questa sigla i più importanti brand del lusso rappresentativi del settore di cui, quelli appena menzionati riguardano soltanto una parte delle 75 aziende più rappresentative ed importanti. Nel 2019 il gruppo ha generato un fatturato di 53,7 Miliardi di Euro grazie ad una rete commerciale che può contare su più di 4.910 spazi commerciali presenti in tutto il mondo. Ciascuno di questi punti vendita richiede molta energia…ed è qui che Nordic Power Converters è entrata in scena cambiando le regole del gioco.

 

La buona illuminazione

Nel 2013 il gruppo LVHM ha fatto una scelta strategica e non semplice analizzando l’impatto generato in termini di produzione di anidride carbonica e scegliendo di verificare il proprio profilo di emissione. L’indagine ha messo in evidenza come l’80% delle emissioni fossero dovute proprio agli spazi commerciali e la metà delle quali legati all’illuminazione. Non propriamente una brutta notizia, poiché questo tipo di spazi commerciali necessitano inevitabilmente di una illuminazione di ottimo livello. Altrimenti non verrebbero riconosciuti come spazi retail prestigiosi e legati al mondo del lusso.

Nella prima fase era del tutto evidente il bisogno di ridurre il consumo di energia e allo stesso tempo di non rinunciare alla qualità della luce. E invece di aspettare nuove soluzioni di mercato il Gruppo ha scelto di risolvere il problema autonomamente. LVHM ha così dato vita all’iniziativa “Lighting for Good” raggruppando attorno a sé un vero e proprio think thank. Si tratta di venticinque aziende manifatturiere che in un mix di collaborazione e competizione si sono fattivamente cimentate nella complessa sfida di un nuovo design sostenibile degli impianti di illuminazione.

L’obiettivo finale da raggiungere è stato declinato in modo molto semplice: garantire lo stesso standard di illuminazione o al limite migliorarlo, senza avere ricadute negative in termini di consumo di energia e costi di progettazione delle nuove sorgenti luminose. Anno dopo anno LVHM ha premiato i migliori prodotti: un riconoscimento significativo e ambito non soltanto per l’effetto pubblicità che produce: il premio sta a testimoniare come la principale catena al mondo di negozi dedicati al settore lusso utilizzerà proprio i prodotti premiati nei propri spazi vendita. E se si tiene conto del fatto che ogni 3/6 anni tutti i negozi vengono rinnovati, si può intuire l’importanza del business in questione.

Nordic Power Converters è stata premiata grazie a InviTrack LED drivers, prodotti riconosciuti come “Miglior Driver” nell’ultima edizione proprio perché di qualità superiore sotto tutti i punti di vista, inclusa una progettazione sostenibile. I drivers Invitrack consumano meno energia, sono molto piccoli, garantiscono un’ottima qualità della luce e riducono sostanzialmente di un terzo l’uso di materiali impiegati per il loro assemblamento.

Mickey Madsen, Fondatore e amministratore delegato dell’azienda, ha avuto modo di commentare così il successo acquisito: “Siamo estremamente orgogliosi di aver ottenuto questo riconoscimento Lighting for Good Best Driver per il 2020: per il nostro settore è come se avessimo ricevuto l’Oscar dell’industria illuminotecnica. In azienda siamo ben consapevoli dell’unicità del nostro prodotto e della sua qualità tecnica, allo stesso tempo avere accesso alla più importante catena commerciale del lusso, attualmente presente sul pianeta, ci dà ulteriore coraggio e soddisfazione. E’ la migliore attestazione del successo che stiamo ottenendo nel nostro settore. Confidiamo inoltre sul fatto che questo risultato potrà aprirci nuove opportunità sul mercato”.

 

Cos’è esattamente un LED driver

Più semplicemente: è una specie di trasformatore ma molto molto più complesso. A differenza delle vecchie lampadine ad incandescenza l’illuminazione LED non è in grado di funzionare semplicemente agganciata alla corrente elettrica. È necessario un dispositivo capace di convertire il flusso di corrente alternata in un flusso diretto a basso voltaggi, non un compito facile. Per esempio la magnitudine da gestire è più complicata rispetto a quella che i trasformatori dovevano gestire nelle lampade alogene. Quel tipo di lampade sono molto grandi e pesanti, al punto che generalmente si sceglie di incassarle e nasconderle il più possibile nei soffitti. L’illuminazione LED aveva alla base un problema simile, se si pensa che al posto della singola lampada si tratta talvolta di sostituire un track lineare.

I drivers della Nordic Power Converters sono molto differenti da quelli presenti attualmente sul mercato. L’azienda ha progettato e brevettato una tecnologia di conversione ad alta frequenza che consente di installare un prodotto efficiente, di ridotte dimensioni, ma soprattutto preciso nell’output di corrente. L’efficienza del prodotto ha una eccezionale ricaduta positiva sul piano ambientale, un uso ridotto dei materiali impiegati del 34% (29% di quelli di tipo magnetico o direttamente riferibili a materiali rari presenti sul nostro pianeta, fino al 37% se ci si riferisce all’impiego di materie plastiche). Ci si potrebbe fermare qui, ma parlando di illuminazione di qualità non si può dimenticare il fattore flickering: importante poiché ha molto a che fare anche con la nostra salute.

 

Una illuminazione più salubre

Sarà capitato a tutti di tornare a casa dopo una giornata di acquisti con un persistente mal di testa. Questo effetto può essere imputabile, non solo ad una generica disidratazione oculare, ma in parte dovuto alla scarsa qualità della luce artificiale cui si è stati sottoposti durante i nostri acquisti. Oltre al semplice fastidio, è stato dimostrato come il flickering generato dagli apparecchi di illuminazione possa essere infatti causa di fatica, mal di testa e molti altri effetti negativi sul corpo umano.

Un effetto negativo già imputabile alle vecchie lampadine a incandescenza e ulteriormente aggravato dall’impiego della tecnologia LED. Nel settore illuminotecnico il dilemma dei progettisti negli ultimi anni è stato quello di fare una scelta comunque svantaggiosa: specificare l’uso di un driver di grandi dimensioni in modo di garantire la qualità di luce emessa oppure privilegiare il fattore estetico della lampada, sperando che il cliente finale non si rendesse conto delle imperfezioni relative alla luce irradiata.

Con orgoglio Mickey Madsen racconta questa svolta imprenditoriale: “La nostra tecnologia ha permesso di risolvere questo dilemma per produrre drivers miniaturizzati che possono essere inseriti nei differenti apparecchi di illuminazione, abbattendo completamente il fattore flickering. E InviTrack è stato tra i primi componenti in assoluto a garantire questi due tipi di risultato. Difficilmente oggi altri prodotti possono avvicinarsi alle nostre attuali performance”.

 

Nordic Power Converters

(Visited 15 times, 1 visits today)

Articoli correlati: