Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

Come scegliere la corretta illuminazione per la casa, secondo Egoluce

17 Maggio 2023

La luce è un elemento fondamentale nella nostra vita quotidiana. Svolge un ruolo importante nel modo in cui percepiamo e viviamo uno spazio perché influenza radicalmente l’aspetto delle geometrie, i colori e anche il nostro umore e le nostre emozioni. Poiché la luce ha un impatto così ampio sulla nostra salute e sul nostro benessere, è fondamentale capire come utilizzarla nei nostri spazi domestici, per migliorarne la funzionalità e dare un tono ai diversi ambienti.

Un buon sistema di illuminazione è essenziale quando si tratta di progettare spazi interni, in quanto può trasformare l’aspetto, le sensazioni e gli ambienti della casa. Le luci aggiungono dimensione a ogni spazio e contribuiscono ad attirare l’attenzione su aree specifiche o su arredamenti ed elementi decorativi. Per il progetto di illuminazione di un ambiente domestico è necessario tenere in considerazione sia le caratteristiche della sorgente luminosa ma anche la sua distribuzione nello spazio in cui viene utilizzata.

Ogni fonte di illuminazione ha quattro caratteristiche importanti da esaminare quando si scelgono gli apparecchi da utilizzare per illuminare un ambiente.

La temperatura di colore è un metodo per descrivere il calore o la freddezza di una sorgente luminosa. Lo spettro della temperatura di colore è calcolato in gradi Kelvin. Questi valori descrivono il colore emesso dalle fonti di illuminazione. La luce calda crea un’atmosfera accogliente, calma e invitante. Il bianco neutro e morbido è una luce accogliente e pulita. La luce fredda è una soluzione perfetta per uffici, spazi commerciali e ospedali.

L’angolo del fascio è l’angolo luminoso creato da una sorgente di luce quando raggiunge una determinata superficie. Un angolo di ampiezza inferiore può essere utilizzato per evidenziare un oggetto, mentre un angolo con ampiezza maggiore fornisce una luce più generale e morbida e può essere utilizzato per illuminare un’ampia area.

I lumen sono una misura della quantità totale di luce visibile emessa da una sorgente luminosa naturale o artificiale. Più alto è il numero di lumen, più la sorgente appare luminosa.

Infine l’indice di resa cromatica (CRI) è una scala da 0 a 100 per cento che indica l’accuratezza di una sorgente luminosa nella resa dei colori. Più alto è il CRI, migliore è la capacità di resa del colore. Le sorgenti luminose con un CRI pari o superiore a 90 sono eccellenti nella resa.

 

Per Illuminare gli ambienti domestici possono essere utilizzati tre tipi fondamentali d’illuminazione, progettati e combinati in maniera corretta possono migliorare la qualità degli spazi, cambiare l’atmosfera degli ambienti e differenziare le diverse aree della casa.

Illuminazione ambientale:- Questo tipo di illuminazione è il primo livello di luce in qualsiasi ambiente. Lo scopo principale è quello di illuminare in maniera generale uno spazio. La luce ambientale è morbida e diffusa per creare una illuminazione uniforme e impostare l’atmosfera principale dello spazio. L’illuminazione ambientale può essere creata negli spazi domestici attraverso: apparecchi a soffitto e a incasso, strisce LED, lampade a parete, lampade da terra e lampade a sospensione.

Illuminazione cove:- Una cove light è una linea di luce che illumina in maniera indiretta, nascosta alla vista all’interno di un’insenatura nella parete o nel soffitto. Dirige la luce verso una superficie adiacente dove si riflette nello spazio da illuminare.

Illuminazione d’accento:- Le luci d’accento contribuiscono a illuminare e mettere in risalto aree specifiche della casa o particolari elementi decorativi. Possono essere utilizzate per aggiungere stile, contrasti e punti luce a uno spazio, creando un’atmosfera calda e invitante o un effetto luminoso particolare. Questo tipo di luci può essere inclinato e direzionato per evidenziare diversi elementi di un ambiente. Le luci spot da incasso a soffitto, le luci a binario o le luci a parete sono soluzioni molto efficaci per essere utilizzate come luci d’accento.

 

Illuminazione da lavoro

Le luci da lavoro sono utili per illuminare uno spazio da utilizzare per attività specifiche come leggere, pranzare, cucinare o lavorare. L’illuminazione da lavoro è diretta e intensa, si concentra solo sull’area in cui si svolge l’attività ed è più luminosa dell’illuminazione ambientale. Per fornire un’illuminazione diretta alle varie attività si possono utilizzare diverse tipologie di lampade: illuminazione a incasso e a binario, pendenti, Illuminazione sottopensile, lampade da terra, da scrivania e da tavolo.

 

Illuminazione decorativa

Queste luci sono progettate per essere più che altro elementi decorativi, con lo scopo di aggiungere un effetto visivo particolare e di grande effetto, senza tuttavia concentrarsi sull’illuminazione generale dell’ambiente.

 

Egoluce

(Visited 65 times, 44 visits today)

Articoli correlati: