Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

Human Centric Light: la luce per il benessere delle persone

22 Marzo 2023

Egoluce ci spiega come un uso consapevole della luce può contribuire a migliorare la concentrazione, la sicurezza e l’efficienza

 

Un tema oggi di grande tendenza è la Human Centric Light (HCL), la luce umano centrica. La Human Centric Light è un concetto che sta assumendo un ruolo sempre più importante nella società e nella vita di tutti e rappresenta un profondo cambiamento culturale in linea con la ricerca di un rapporto più sano ed equilibrato con l’ambiente in cui viviamo. Da sempre la luce rappresenta un elemento fondamentale nella vita delle persone, rende gli spazi vivibili e permette di poter svolgere tutte le attività quotidiane.

La scienza e gli studi effettuati nel tempo hanno dimostrato che gli effetti della luce sull’uomo non si limitano al solo campo visivo, ma incidono fortemente sulle funzioni cognitive di ciascun individuo, sulla salute, sullo stato psico-fisico, sulla produttività, sul suo umore e soprattutto sul ritmo biologico giornaliero (ritmo circadiano). Con il termine Human Centric Light si identifica un particolare approccio alla progettazione della luce dove l’impatto biologico ed emotivo della luce insieme al benessere e il confort delle persone ricoprono un ruolo centrale.

Un nuovo concetto di illuminazione dinamica che, seguendo l’effettivo cambiamento della luce naturale nel corso della giornata, permette di avere una luce sempre corretta e confortevole in grado di essere modulata e regolata in base alle diverse ore del giorno e alle necessità di utilizzo degli spazi. La Human Centric Light rappresenta infatti un insieme di soluzioni e sistemi di illuminazione che bilanciano le esigenze visive, emotive e biologiche delle persone, influenzando il benessere e le prestazioni individuali.

 

Sfera visiva

Una visione ottimale di quello che ci circonda è fondamentale per qualsiasi attività da svolgere. Esistono precisi riferimenti normativi e standard per gli ambienti. Un progetto di illuminazione deve sempre avere come obiettivo primario quello di fornire condizioni visive ottimali negli ambienti.

 

Sfera emotiva

Ogni progetto di illuminazione deve considerare quali emozioni vuole suscitare nelle persone che vivono un certo ambiente. Bisogna personalizzare il più possibile le soluzioni sulla base delle esigenze specifiche di ciascun individuo.

 

La sfera biologica

Gli aspetti biologici della luce vanno considerati con molta attenzione perché influenzano il ritmo circadiano e possono aiutare una maggiore produttività durante il giorno da un lato e un migliore sonno notturno dall’altro.

Grazie ai nuovi sistemi domotici di controllo e pilotaggio sempre più accurati e programmabili, è possibile implementare la HCL nei progetti di illuminazione, attraverso sistemi in grado di modulare la luce nella sua intensità e temperatura durante l’arco della giornata, creando effetti simili a quelli della luce naturale esterna, così da ottenere un’illuminazione completamente dinamica e personalizzabile sulla base delle singole necessità.

Sistemi a LED come Lancia no Limits o Rail offrono la massima personalizzazione e si adattano a qualsiasi ambiente. Questo permette di avere effetti diversi con lo stesso apparecchio di illuminazione, per esempio si può trasformare una sala riunioni da un luogo di lavoro attivo a uno spazio di relax a fine giornata. Egoluce offre molti apparecchi funzionali ed eleganti, come Linea o Virgola.

L’illuminazione umano centrica sta assumendo un valore di primo piano in tutti quegli ambienti in cui la luce gioca un ruolo centrale: abitazioni, ospedali, scuole, uffici, negozi ed in generale in tutti gli spazi sia interni che esterni in cui si trascorre tanto tempo.

 

Egoluce

(Visited 60 times, 42 visits today)

Articoli correlati: