Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

La luce e la materia

22 Marzo 2021

Venini Art Light emozioni riflesse nel vetro dal 1921

 

Firmata nel 1998 da Philip Baldwin e Monica Guggisberg, l’iconica lampada Abaco di VENINI prende la sua ispirazione dall’universalità della sfera e dalla sua perfezione. Un simbolo presente in tutte le culture, una forma semplice e complessa al tempo stesso che racchiude in sé l’eccellenza della lavorazione della fornace, svelandone le più raffinate tecniche di soffiatura del vetro. Per celebrare i 20 anni di successo dell’iconico progetto, VENINI presenta le nuove proposte a sospensione orizzontale di Abaco, disegnate ancora una volta da Baldwin&Guggisberg che rivelano nuove possibilità compositive.

Tradizione e sperimentazione si incontrano nell’iconica forma del Balloton. Creata nelle fornaci VENINI nel 1970, la sfera caratterizzata dalla tramatura matelassé viene declinata in diverse tipologie di lampade, da tavolo, a terra e a sospensione, in versione singola, con forma ovale-cilindrica, ma anche in groupage da sei sfere. Ogni stagione vengono inseriti nuovi colori, Indaco, Tè e Talpa sono gli ultimi, che dimostrano la versatilità dell’elemento originario. Le tonalità di tendenza riescono a trasformare la percezione di questo oggetto lavorato con la secolare tecnica che consente di imprimere al vetro una texture a rilievo per creare un seducente effetto ottico.

 

VENINI: una storia, un’eccellenza artistica, una passione tutta italiana

Fondata nel 1921 tra progetti iconici e nuove creazioni, la vetreria presenta le sue opere in due collezioni: Art Glass raccoglie straordinari vasi scultorei e oggetti per il decoro; Art Light presenta lampadari e importanti installazioni luminose destinate a grandi spazi pubblici o privati. La fornace di Venini è infatti l’unica in grado di realizzare 125 colorazioni di vetro, frutto di una lunga e appassionata formulazione alla ricerca di nuove combinazioni. La struttura è organizzata per lavorare con 14 forni attivi nello stesso momento, mettendo a disposizione degli artisti e dei maestri vetrai una tavolozza cromatica che non ha uguali.

Da sempre, VENINI realizza oggetti dal design intramontabile che si rivalutano nel tempo. Grazie all’eccellenza qualitativa, all’alto contenuto artistico e al valore manifatturiero intrinseco a ogni pezzo, i vetri VENINI vengono battuti ad aste importanti raggiungendo cifre da record: appartiene a VENINI, infatti, una delle opere di vetro di Murano più pagate della storia che con “La Sentinella di Venezia” firmata da Thomas Stearns nel 1962 ha raggiunto ben 737mila dollari.

Le creazioni firmate Venini sono entrate a far parte delle collezioni permanenti di musei della portata del Metropolitan Museum e del MOMA di New York, della Fondazione Cartier di Parigi, del Victoria and Albert Museum di Londra e delle Gallerie dell’Accademia di Venezia. Il museo Venini, raccogliendo 45.000 disegni, 10.000 foto d’epoca e 4.000 opere d’arte, rappresenta il più prezioso archivio storico della vetreria artistica moderna e contemporanea. Dal 2016 la società è controllata dalla famiglia Damiani, già a capo dell’omonimo brand internazionale di alta gioielleria, con l’obiettivo di dare maggior impulso a una delle più autentiche eccellenze del Made in Italy.

(Visited 61 times, 17 visits today)

Articoli correlati: