Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

Don Pino 12, l’ultima creazione di Oceano Oltreluce

24 Gennaio 2023

Una lampada a sospensione con 24 luci dalla storia particolare, dove passato e presente si intrecciano per dar forma a un moderno lampadario

 

Negli anni Sessanta Giuseppe Greppi di Bussero progetta e fa realizzare una serie di lampade in ferro battuto, da terra, parete, e diverse sospensioni, con differenti numeri di bracci. È antiquario, collezionista e amante della bellezza in tutte le sue sfaccettature. Cura con cere, spazzole di crine e seta i legni e i metalli antichi ed è affascinato dal ferro battuto che gli consentirà di creare quegli oggetti che schizza a matita o con la china.

 

100 anni dopo

A fine 2021, a 100 anni dalla nascita di Giuseppe Greppi di Bussero, Oceano Oltreluce realizza per l’occasione il primo prototipo di una lampada a sospensione – 12 bracci con 24 lampadine – da lui progettata. Oceano Oltreluce lavorerà per 11 mesi all’aggiornamento e allo studio tecnico del lampadario che sarà ultimato a dicembre 2021. Si chiamerà “Don Pino 12” (la cifra indica il numero dei bracci), in onore al progettista che così veniva chiamato nel mondo del lavoro quotidiano, dove i rapporti migliori li costruiva con le persone più semplici che lavoravano intorno a lui.

Il compito di aggiornare una lampada disegnata 50 anni fa, in ferro battuto, va a Mario Belloni Jr, concept designer, a capo dell’Ufficio Tecnico di Oceano Oltreluce.

 

3 generazioni nella luce

La specializzazione dei Belloni nasce nel 1936, quando nonno Mario apre l’Officina Belloni Mario fabbrica apparecchi di illuminazione Milano, in via Col di Lana 14. A lui subentrerà il figlio Alberto, proprio nel momento in cui la luce si avvicina al mondo del design. È il periodo in cui nasce anche Studio Artemide e lì, in Col di Lana, verranno realizzati prototipi e produzioni di luci che gireranno il mondo.

Nel 1980, Mario Belloni Jr. subentra al padre Alberto e prosegue nell’attività di produzione per Artemide, Quattrifolio, Memphis e altre aziende fra cui, dal 1981 Oceano Oltreluce. Contemporaneamente collabora con diversi studi, fra cui Sottsass, Thun, Cibic, Mazza e Gramigna…Dopo un periodo di assenza dal mondo del design e dell’illuminazione Mario Belloni Jr è tornato a lavorare con Oceano Oltreluce disegnando nuovi prodotti e dando il proprio contributo nel definire il percorso dell’azienda.

 

Don Pino 12 ha una struttura ultraleggera composta da 12 cavi elettrici che sostengono altrettanti bracci in acciaio da mm 4; predisposizione per 24 lampadine LED da 5 Watt con attacco G9, diffusori in vetro borosilicato.

 

Oceano Oltreluce

(Visited 11 times, 11 visits today)

Articoli correlati: