Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

Nichia e il 30° anniversario dell’invenzione del LED blu ad alta luminosità, la luce che ha cambiato il mondo

30 Agosto 2023

L’invenzione del LED blu ad alta luminosità di Nichia ha rivoluzionato il settore dell’illuminazione e, in qualità di pioniere della qualità della luce, ha lanciato continuamente prodotti innovativi. L’incontro del ROAD SHOW, tenutosi a Milano, non è stato solo una grande occasione per celebrare una tappa significativa nella storia dell’illuminazione, ma anche l’opportunità di cogliere alcuni spunti su come Nichia continui a cavalcare l’onda del successo direttamente da chi gode di un punto di vista privilegiato e conosce a fondo tutti i suoi reparti: sviluppo, produzione, logistica, vendite, marketing e così via.

 

Approfondimenti da parte di

Takashi Onishi, Vicepresidente di Nichia Europa

Yuji Itsuky, direttore generale di Nichia Corporation

 

Nichia non è solo un orgoglioso fornitore di illuminazione a LED: questa sarebbe una visione troppo limitata dell’azienda. La diversità delle applicazioni determina la scala e la redditività, dando a Nichia la capacità di affrontare ogni tipo di sfida del mercato e di mantenere la sua solida posizione. In un periodo in cui l’instabilità dominava l’industria manifatturiera a livello globale, Nichia è rimasta un produttore stabile, equilibrato e diversificato. Nel 1988, dopo oltre vent’anni di produzione di fotoriflettori per l’illuminazione fluorescente e per i televisori, Nichia ha aperto uno stabilimento dedicato al futuro della tecnologia LED.

 

Staff Editoriale: Qual è stato il momento in cui il LED è passato dalla pura efficienza alla qualità?

Onishi ci riporta alla “Storia del LED blu”: “Nel 1993, grazie a molti fattori diversi, NICHIA è stata in grado di controllare la tecnologia avanzata dei chip e la tecnologia avanzata di imballaggio e ha ottenuto qualcosa che, secondo gli esperti, non si sarebbe visto prima della fine del secolo: il primo LED blu al nitruro ad alta luminosità al mondo”. “Questo è stato il tassello mancante grazie al quale è stato possibile gettare le basi per la commercializzazione di nuovi prodotti e successivamente per la creazione di un vero e proprio nuovo mercato nel settore dell’illuminazione e dell’illuminazione generale“.

 

Staff Editoriale: Nel giro di tre anni è stato raggiunto un altro grande traguardo, lo sviluppo del primo LED bianco. È nata una nuova era nell’illuminazione.

Mr. Onishi Nel 1996 Nichia ha sviluppato il LED bianco. Da allora l’azienda si è impegnata a migliorare continuamente la tecnologia LED per sviluppare nuovi prodotti e soddisfare le nuove esigenze di qualità della luce”.

 

Staff Editoriale: Entrambi avete sottolineato che due parole chiave hanno fatto la differenza nella competizione di mercato, fornendo a Nichia un vantaggio significativo rispetto ad altri che cercavano solo di sopravvivere. In particolare il controllo completo della distribuzione spettrale e la personalizzazione del packaging dei suoi LED.

Mr. Onishi ha poi sottolineato i passaggi fondamentali: “Dal 1996 il LED bianco di NICHIA ha dato il via ad almeno tre diverse ondate di innovazione: per quanto riguarda l’illuminazione generale ha aperto la strada alla qualità della luce, alla sua funzione e al tema della Human Centric Lighting, poi a molte applicazioni consumer (ad esempio display, sottili, curvi) e infine a prodotti specificamente dedicati al settore automobilistico grazie alla digitalizzazione e alla miniaturizzazione“.

Mr. Itsuky aggiunge: “Per tutti questi motivi oggi è possibile trovare i LED Nichia nelle case, nelle scuole, negli uffici, nelle strade cittadine, negli ospedali, nei negozi, negli stadi e non solo”.

 

Staff Editoriale: quando e a che scopo vi siete resi conto che il CRI è diventato così importante?

Mr. Itsuki ha spiegato che uno dei principali obiettivi di Nichia era quello di trovare il modo di controllare la distribuzione dello spettro per creare una luce che avesse l’aspetto e la sensazione di una lampadina a incandescenza.  “Il risultato finale avrebbe dovuto essere un colore e una qualità della luce che “sembrassero giusti” e che tutti avrebbero potuto conoscere semplicemente vedendoli“. Mr. Itsuki prosegue il suo ragionamento entrando nel concreto di uno dei più recenti sviluppi del prodotto: “Grazie alla H6 sviluppata all’inizio del 2020 Nichia è stata in grado di offrire la vera alternativa alla lampada fluorescente tricolore”. “H6 ha aumentato il Ra da 80 a 90 mantenendo l’efficacia di Ra 80 grazie all’introduzione della tecnologia Trigain“.

Un chiaro esempio in questa prospettiva è dato dall’invecchiamento delle persone, quando le lenti di cristallo dei loro occhi diventano gialle.

Mr. Itsuki: “Nichia ha realizzato il colore Clear-White con uno spettro “meno giallo”. Il colore Clear-White (7800K) ha un flusso luminoso inferiore del 5% rispetto allo standard Ra80 (6500K). Tuttavia, la maggior parte delle persone anziane ritiene che il colore Clear-White sia molto più luminoso dello standard. Perché il flusso luminoso è solo uno dei fattori della luminosità, ma non è la totalità. Anche la forma dello spettro, il CRI e il punto di cromaticità sono fattori importanti. Una luce veramente buona è quella che si adatta perfettamente al suo scopo“.

Tutto ciò ha rafforzato il potenziale di Clear White Color e ha aumentato le aspettative di utilizzo in molteplici contesti: dalle case di riposo, alle scale di edifici e appartamenti, durante la lettura o nelle sale da pranzo. Questo tipo di risultati deriva dalla profonda integrazione dei diversi settori dell’azienda. L’integrazione verticale di Nichia è apparsa subito, durante la breve intervista, come una chiave del suo successo. In Nichia nulla è esternalizzato o lasciato al caso. La qualità è totalmente controllata internamente e deriva da un vasto portafoglio di proprietà intellettuale che garantisce e sostiene la crescita.

 

Ulteriori informazioni qui

 

Grazie al contributo diretto di:

Takashi Onishi, attualmente VP di Nichia Europe, specializzato in pianificazione aziendale, vendite e marketing nel settore dei LED. Prima di passare alla sede europea, Onishi-san è stato direttore generale di Nichia America Corporation. Grazie alle sue forti capacità di leadership, Onishi-san ha rafforzato le relazioni con i clienti e ha sviluppato nuovi prodotti di punta.

Yuji Itsuki, Direttore Generale del Gruppo Marketing della Nichia Corporation di Tokushima, Giappone. Ha svolto un ruolo cruciale nel guidare i clienti all’uso ottimale del fosforo NICHIA per liberare il suo pieno potenziale. Nell’ultimo decennio, Itsuki-san è passato a supportare i clienti dei LED quando il settore dell’illuminazione generale è passato dalla tecnologia fluorescente a quella LED. Sfruttando le sue conoscenze nel coordinare la luce con i fosfori, continua ad eccellere nel garantire prestazioni ottimali dei LED e la soddisfazione dei clienti.

 

Altre fonti citate direttamente e indirettamente:

Illuminando la strada per generazioni“. Brochure commerciale di Nichia Corporation

L’impatto del LED blu sul mondo dell’illuminazione” Presentazione tenuta da Xavier Denis Head of Technical Marketing Nichia Europe (Milano, 28/06/2023)

Alla scoperta delle innovazioni dell’illuminazione” Presentazione tenuta da Kenta Niki Sales & Marketing Manager Nichia Europe (Milano, 28/06/2023)

Roadshow in collaborazione con Welt Electronic S.p.A, partner di distribuzione di Nichia (Milano, 28/06/2023)

(Visited 201 times, 165 visits today)

Articoli correlati: