Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

Se non esiste, RIMANI lo crea per te

26 Febbraio 2024

Soluzioni illuminotecniche innovative, progettate e realizzate in Italia

ITALIAN LIGHTING ha incontrato RIMANI, raccogliendo il punto di vista privilegiato di Carlo Albano grazie alla sua esperienza imprenditoriale quarantennale nell’ambito del settore illuminotecnico

 

La storia imprenditoriale di Carlo Albano inizia da un percorso intrapreso con passione e determinazione, caratterizzato dall’impegno costante nella ricerca della perfezione e nell’offerta di prodotti di alta qualità: “Noi prima di tutto ascoltiamo il committente, per poi progettare e realizzare qualcosa che possa durare negli anni. RIMANI lavora da sempre al servizio del progettista, a garanzia del risultato più idoneo per la committenza stessa”. Facendo leva su queste solide basi e le proprie radici profonde, l’azienda in poco meno di un decennio si è posizionata all’avanguardia nell’utilizzo “smart” della luce, con l’obiettivo di migliorare la vita delle persone, dando risalto alla bellezza. Una particolare capacità di ascolto attivo degli architetti e dei progettisti è stato il modus operandi scelto per dare un nuovo e reale valore aggiunto, contribuendo alla finalità del progetto con prodotti sempre innovativi.

 

Un investimento costante in ricerca e sviluppo, sempre in chiave “SMART”

Grazie ad un ampio bagaglio di esperienza, alle sue visioni e intuizioni, Carlo Albano ha plasmato RIMANI come un nuovo capitolo nella storia dei sistemi illuminanti, un connubio armonioso tra forma e funzione, dove la luce potesse diventare protagonista fondamentale nella vita quotidiana delle persone. Il vero punto di partenza è la capacità di disporre di un know-how sempre aggiornato in particolare su elettronica, informatica e domotica. Specializzata nella progettazione e realizzazione di soluzioni illuminotecniche innovative nel nominare la nuova azienda RIMANI è racchiuso letteralmente un manifesto di intenzioni e propositi di sviluppo, ovvero “rimettere le mani sul prodotto”.

 

Una vocazione al “custom made”: soluzioni illuminotecniche innovative, progettate e realizzate in Italia

Rispondere ad ogni richiesta della committenza, unendo l’esperienza all’innovazione. “Era questa la richiesta continua che percepivo dai miei passati contatti sul mercato illuminotecnico. Risolvere problemi e mettere a disposizione tutto quello che normalmente le aziende produttrici oggi non sono in grado di offrire”. È soltanto a valle di questa filosofia di lavoro che negli anni è stato possibile inserire alcuni prodotti a catalogo: “Un catalogo che è costantemente aggiornato soprattutto a partire dal giugno del 2022 grazie ad una nuova piattaforma online che utilizziamo per veicolare tutte le informazioni tecniche, gli aggiornamenti per stimolare più in generale l’interazione con i nostri interlocutori: progettisti e committenti”. Un Custom Made inteso in una triplice accezione: l’adeguamento di un prodotto di serie, studiato e riconfigurato su misura per un determinato progetto; custom inteso nel senso più stretto perché sviluppato su disegno dello studio di architettura o designer e infine custom per le varietà di colori e finiture che possono essere realizzate.

RIMANI sviluppa i propri prodotti per progetti destinati ad ogni tipologia di ambiente lavorando principalmente in tre settori: Creative Lighting Solutions, Healthcare Lighting ed infine Horticultural Lighting.

Nel settore Creative Lighting Solutions RIMANI realizza sistemi luminosi ad altissimi standard tecnologici soprattutto nell’ambito del museale, utilizzato sin dall’inizio come apripista anche per altri ambiti di lavoro come il Retail e Hospitality fino agli ambienti di culto e religiosi di cui il patrimonio italiano abbonda particolarmente.

Nel settore del Healthcare Lighting RIMANI si è posta l’obiettivo primario del benessere delle persone. Con il motto “La qualità della luce è qualità della vita”, RIMANI ha esteso il suo raggio d’azione nell’ambito dei presidi ospedalieri, residenze sanitarie e RSA. Da sempre ambienti asettici e con una fredda atmosfera hanno rappresentato per RIMANI l’incentivo per sviluppare prodotti che portino un senso di calore e di accoglienza. Un’illuminazione corretta e specifica può infatti contribuire a rendere più veloci i processi di cura assecondando i ritmi circadiani che regolano l’organismo, con un conseguente aumento del comfort individuale.

Nel settore dell’Horticultural Lighting RIMANI si è infine focalizzata sulla progettazione di illuminazioni specifiche per le piante, grazie ad un inteso lavoro di ricerca applicata. Studi specifici, sempre all’avanguardia coniugati con la profonda conoscenza della tecnologia LED per lo sviluppo di sistemi che contribuiscono al mantenimento e alla crescita delle diverse tipologie di piante, oggi con particolare attenzione al verde verticale per interni.

 

Non un catalogo prodotti ma l’interpretazione sistematica dei trend più significativi nel settore illuminotecnico

Osservando da vicino una realtà come RIMANI parlare di un “catalogo” non è semplice ma soprattutto non è mai banale. Customizzazione, finiture, modifiche sul prodotto, “Non è solo un tema di scelta del “colore” o del rendere più lungo più largo o più stretto il corpo illuminante”, ci spiega Carlo Albano, “il nostro obiettivo è tenere alta l’asticella andando sempre al cuore del prodotto”. Da qui la particolare attenzione ai gruppi ottici: “siamo stati tra i primi in Europa e tutt’ora tra i pochi ad utilizzare particolari lenti magnetiche di particolare appeal proprio per il settore museale”.

Tenuto fermo questo punto, il resto è solo un problema “commerciale”. Ad esempio, il Retail ha permesso il progressivo sviluppo di prodotti sia da interno che esterno, grazie ai quali RIMANI è anche entrata nell’illuminazione in ambito architetturale. Altre paradigmi che hanno guidato questo percorso di sviluppo aziendale sono state la sostenibilità dei prodotti, una ricerca finalizzata alla loro miniaturizzazione, l’attenzione per la parte elettronica e di controllo e oggi anche la loro autonomia intesa nel senso dello sviluppo di apparecchi che non devono utilizzare costantemente energia di rete. E per citare un altro esempio: “stiamo facendo una ricerca sui trattamenti dei materiali per renderli appetibili e mimetizzabili, come per le texture simil legno partendo dall’alluminio. Questo funziona perfettamente nel settore ospedaliero, per evitare ambienti troppo asettici e freddi”.

 

Il DNA di RIMANI: la capacità di trasferire soluzioni tecniche nel progetto

Flessibilità di approccio e grande apertura mentale permettono di spaziare in campi applicativi differenziati anche molto particolari, dall’“industriale”, all’architetturale o il riutilizzo. Un concetto che è stato realizzato ad esempio per la Galleria Nazionale di Perugia, dove “abbiamo realizzato apparecchi per sostituire vecchie lampade a scarica per ottenere un risparmio significativo per la direzione del museo. Con l’avanzare della tecnologia poco più di un anno fa sono stati rigenerati i vecchi apparecchi e oggi è possibile controllarli (posizionati a sei metri di altezza) con un controllo remoto grazie al sistema CASAMBI, semplice da utilizzare ed interfacciabile con altre tipologie di controllo ambientale come il rilevamento di presenza e lo spegnimento delle sale quando non c’è pubblico. Nel corso della settimana questo ha comportato un ulteriore risparmio del 30% dei costi.”

Tra i primi lavori quelli realizzati a Venezia per Ca’ Rezzonico, dove sono stati impiegati corpi illuminanti molto diversi per rispettare i vincoli della Sopraintendenza garantendo una soluzione sempre ottimale rispettosa del particolare pregio del contesto. Più recenti invece i lavori realizzati alla Torre Libeskind, e in un Mall vicino a Verona, resi possibili grazie alle capacità e al know-how via via affinato dal team di ricerca e sviluppo interno.

 

Crediti:

Torre Libeskind: CityLife, Milano   Longitudinal     Studio Bianchi-Rossi, Alessandra Magister

Galleria Nazionale dell’Umbria: Perugia Solar 100, Solar 100 compact, Solar 60, Solar 60 wall RIMANI, Alessandra Magister

Palazzo Reale di Genova:    Solar 60, Architetto Giovanni Tironi, Alessandra Magister

Ca’ Rezzonico – Collezione Martini e Portego di dipinti, Venezia Solar60 Wall, Solar100, Arch. Eva Balestreri, Fondazione Musei Civici di Venezia, Alessandra Magister

 

RIMANI

(Visited 107 times, 107 visits today)

Articoli correlati: