Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

ASSIL e Politecnico di Milano: dal PNRR una leva da 24 miliardi per il settore luce

5 Settembre 2022

I risultati della ricerca commissionata da ASSIL, in collaborazione con ASSOLUCE, a Energy & Strategy del Politecnico di Milano mostrano un impatto positivo della filiera dell’illuminazione per economia, benessere e ambiente

Il Presidente ASSIL Aldo Bigatti: “Uno scenario che sprona a un ruolo di primo piano nella partita dell’innovazione, della sostenibilità e dell’efficientamento energetico”

 

Ricavi per 24 miliardi euro per l’intera filiera dell’illuminazione in Italia. È l’impatto degli investimenti che il settore luce può scaricare a terra grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nel quinquennio 2021-2025. Questo il quadro che emerge dalla ricerca “Il PNRR e l’impatto economico, sociale e ambientale delle soluzioni tecnologiche evolute di illuminazione che ASSIL Associazione Nazionale Produttori Illuminazione ha commissionato a Energy & Strategy del Politecnico di Milano, presentata martedì 14 giugno in Auditorium di Assolombarda.

 

Illuminazione da interni e illuminazione esterna pubblica: gli scenari

La ricerca delinea gli scenari che le soluzioni di Smart Lighting e gli Smart Street Services possono generare non solo per l’economia nazionale, ma anche per l’occupazione, il comfort e benessere di chi abita o lavora negli edifici privati e pubblici, e sull’ambiente con l’abbattimento stimato in circa un milione di tonnellate di CO2. Edilizia residenziale, hotel, uffici, ospedali, scuole, musei, stazioni, industria, illuminazione pubblica sono gli ambiti dove Energy & Strategy ha applicato tre diversi parametri per delineare altrettanti tipi di scenario.

Scenario Prudenziale a partire dagli investimenti attesi nel mercato e con un tasso di ristrutturazione dello 0,8% per l’edilizia privata e una ridotta propensione alla spesa da parte della PA.

Scenario Accelerato, con una propensione agli interventi in illuminazione da interni attorno al 16% annuo, in linea con gli ultimi sei anni; quindi fuori dagli obiettivi PNIEC, ma con un incremento dei tassi di ristrutturazione nel terziario che passa dallo 0,8% al 2,4% e, nel pubblico, con una crescita annuale degli investimenti attesi di circa il 9,8%.

E infine lo Scenario Ultrafast in cui i target normativi sono raggiunti con un tasso di ristrutturazione pari al 4% per gli edifici del terziario e una parte significativa delle risorse PNRR produce un aumento del 15% rispetto allo scenario accelerato. Per l’illuminazione esterna, infine, questo terzo scenario prevede investimenti pari a un punto percentuale in più dello scenario base.

 

Ricadute economiche, occupazionali e ambientali

Energy & Strategy stima che i ricavi complessivi per la filiera dell’illuminazione, sia di interni che dell’esterna pubblica, per il quinquennio 2021–2025 possano essere compresi tra i 22,7 e i 25,4 mld di euro. Nello scenario ritenuto più probabile, quello accelerato, i ricavi cumulati del quinquennio ammontano a circa 24 mld. A partire dal 2021, sulla scorta dell’incremento dei volumi attesi, è previsto un aumento dei dipendenti impiegati nella filiera e ci si aspetta nel quinquennio di riferimento la creazione di circa 5/6.000 nuovi posti di lavoro. Anche la fiscalità complessiva ne beneficerà, con un gettito IVA e IRES compreso tra i 5,3 e i 5,9 mld. Nello scenario ritenuto più probabile il gettito complessivo per lo Stato di circa 5,6 mld, con un incremento del 30%. Gli investimenti previsti da ciascuno dei tre scenari consentiranno una riduzione delle emissioni tra le 930.000 e 1.020.000 ton/annue di CO2, circa l’1,5% del taglio di emissioni che l’Italia si è posto come target con il pacchetto «Fit for 55».

“La ricerca” – ha spiegato il Presidente ASSIL Aldo Bigatti – “che pure è stata chiusa prima del 24 febbraio, quando è iniziato l’attacco russo all’Ucraina, ci offre un quadro che riteniamo ancora oggi incoraggiante. E che potrebbe addirittura riservare delle sorprese nello stesso quinquennio considerato, con tassi di crescita del 20% per l’illuminazione interna e di oltre il 70% per quella esterna pubblica. Uno scenario che sprona ASSIL a un ruolo di primo piano nella partita dell’innovazione, della sostenibilità e dell’efficientamento energetico. E cioè nell’attuare il PNRR.”

 

Federazione ANIE rappresenta l’Industria Elettrotecnica ed Elettronica Nazionale, seconda industria manifatturiera in Europa (con 76 miliardi di euro di fatturato nel 2020), oltre 500.000 occupati e una spesa in ricerca e sviluppo tra il 5% e il 10% del proprio fatturato annuo).

ASSIL Associazione Nazionale Produttori Illuminazione, federata ANIE Confindustria, raggruppa aziende produttrici di apparecchi, componenti elettrici per l’illuminazione, sorgenti luminose e LED, operanti sul mercato italiano. Mission dell’Associazione è rappresentare, tutelare e supportare le Aziende Associate per favorire la crescita di un’industria di qualità, basata su innovazione e internazionalizzazione. Attraverso l’attività formativa e di divulgazione tecnica, l’assistenza e la consulenza sulla normativa e legislativa che regolamentano il settore, ASSIL crea e promuove un ecosistema culturalmente avanzato per una base associativa di aziende e professionisti preparati prima di tutto sotto il profilo della conoscenza, al fine di sostenere il miglioramento qualitativo e prestazionale dei prodotti immessi sul mercato e supportare i processi di internazionalizzazione delle imprese. Con fatturato globale delle imprese associate di circa 2,6 miliardi di € e oltre 9.000 addetti, rappresenta oltre il 65% del fatturato complessivo del comparto italiano dell’illuminazione.

 

Inizio Convegno

Moderatore: Andrea Cabrini – Direttore Class CNBC

Saluti di Benvenuto

  • Pierfabio Garavaglia – Vice Presidente Piccola Industria Assolombarda e Vice Presidente Gruppo Design e Arredo

Assolombarda

  • Aldo Bigatti – Presidente ASSIL
  • Filippo Girardi – Presidente ANIE

Relazione sullo Studio

Matteo Bagnacavalli – Politecnico di Milano

Tavola rotonda Tecnico-Progettuale

  • Roberto Barbieri – Consigliere ASSIL
  • Laura Bellia – Docente Universitaria e Lighting Designer
  • Alfonso Femia – Architetto e Docente Universitario
  • Cinzia Ferrara – Architetto e Lighting Designer
  • Gian Paolo Roscio – Presidente AIDI

Tavola rotonda Economico-Politica

  • Carlo Comandini – Vicepresidente ASSIL
  • Gian Franco Librandi – Imprenditore e Deputato alla Camera
  • Manuela Rontini – Presidente della Commissione Politico-Economica e Consigliere Regione Emilia-Romagna
  • Gian Marco Senna – Presidente della Commissione Politico-Economica e Consigliere Regione Lombardia
  • Carlo Urbinati – Presidente ASSOLUCE
(Visited 7 times, 7 visits today)

Articoli correlati: