Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

Come aggiungere un tocco di classe in giardino, secondo Egoluce

14 Luglio 2023

Progettare una corretta illuminazione per il giardino è fondamentale per vivere al meglio questo ambiente e renderlo accogliente e rilassante

 

Adattando la luce alle caratteristiche dello spazio e della vegetazione è possibile creare ambientazioni molto suggestive e spettacolari che valorizzano l’ambiente migliorandone la percezione. I progettisti del paesaggio e della luce possono lavorare insieme e portare la luce dove prima era impossibile, pianificando tutto in anticipo. Ma impreziosire un giardino con la giusta luce non è un compito facile e richiede molta cura dei dettagli in modo da limitare la dispersione della luce e soddisfare le esigenze di sicurezza, di comfort visivo e di estetica.

Per quanto riguarda l’aspetto della sicurezza è fondamentale illuminare bene i percorsi pedonali, i gradini e i percorsi carrai presenti nel giardino, guidando le persone all’interno dell’abitazione in modo da evitare rischi e garantire la massima sicurezza. I corpi illuminanti più idonei sono i faretti da incasso, da posizionare nella pavimentazione esterna sui gradini o nei muri. In alternativa è possibile utilizzare lampade da esterni che si fissano a terra ma che sono regolabili per orientare meglio il fascio luminoso verso il camminamento, le scale o le rampe di accesso ai garage. Oltre all’incolumità di persone e veicoli, queste tipologie di illuminazione hanno anche una funzione più decorativa nel giardino, diffondono infatti una luce morbida che non abbaglia e risultano molto confortevoli per lo sguardo. Gli alberi e le piante del giardino rappresentano una grande opportunità per creare ambientazioni dal forte impatto visivo.

Tuttavia gli alberi non sono tutti uguali, e per ottenere il massimo effetto scenico è necessario fare alcune distinzioni in base alle diverse tipologie di piante: se nel giardino sono presenti alberi ad alto fusto con foglie piccole e strette come ulivi o palme, questi dovranno essere illuminati dal basso verso l’alto utilizzando un faretto orientabile da esterno. La particolare forma di questo tipo foglie lascia filtrare la luce tra le fronde creando in questo modo chiaroscuri emozionali con il contrasto tra luce e ombra, moltiplicato dalle foglie. Il faretto inoltre dovrà essere inclinato e diretto verso l’albero, per evitare l’inquinamento luminoso provocato da una luce orientata verso il cielo. Nel caso di alberi con foglie larghe e fitte come la magnolia queste faranno da barriera alla luce eliminando gli effetti scenografici chiaroscuro, in questo caso l’approccio migliore è quello di non illuminarli o illuminarli da remoto.

Gli arbusti che presentano un’altezza dai 30 agli 80 cm vanno invece illuminate dall’alto verso il basso con luci da esterno di medie o piccole dimensioni posizionate anche all’interno delle aiuole. Anche le aree di confine del giardino devono essere illuminate in modo corretto sia per enfatizzarne i limiti che per maggiorare l’aspetto sia scenico che pratico. Nel caso di ampi giardini con folte siepi intorno che fanno da confine e da muro protettivo, è possibile installare dei faretti spot orientabili che illuminano la siepe in maniera frontale. In questo modo si verrà a creare una barriera luminosa, che definisce un confine molto visibile. Altra soluzione è quella di inserire delle luci all’interno della siepe che illuminano verso terra, in questo modo il confine sarà definito dalle zone luminose nascoste tra le foglie. Se al posto delle siepi sono presenti dei muri, possono essere installate delle strip LED alla base che disegnano un confine luminoso lungo tutto il perimetro.

L’illuminazione del giardino sarà ancora più puntuale se le sorgenti sono sempre il più possibile nascoste e mimetizzate nella vegetazione. In questo modo l’attenzione dell’osservatore non si concentrerà sulla sorgente luminosa ma sulle piante, portandole al centro della scena. La luce inoltre non deve mai essere indirizzata verso l’interno del giardino perché potrebbe causare delle zone d’ombra rischiose e abbagliare lo sguardo delle persone. Nell’illuminazione per il giardino e l’outdoor in generale sono molto importanti anche le luci dedicate agli ambienti per il relax, la convivialità e le attività più varie, come la lettura e la ginnastica

Alcune zone devono essere illuminate sia sul piano estetico che funzionale. Per esempio, la zona del tavolo da pranzo, che verrà utilizzata negli spazi esterni, deve essere illuminata con discrezione ma garantendo la massima funzionalità. Una soluzione interessante sono le piantane da terra o le lampade a sospensione installate sul pergolato. La cucina all’aperto o il barbecue, invece, devono essere illuminate al meglio agevolando la cottura dei cibi e la loro preparazione anche al buio, in questo caso è consigliato l’utilizzo di faretti posizionati in modo accurato per non rovinare l’armonia dell’ambiente.

Nell’area relax una soluzione interessante sono le piantane, ottime per illuminare le sedute e le sdraio, oppure delle lampade a parete. Infine negli angoli architettonici più suggestivi le luci di tipo strip LED producono fasci luminosi in grado di creare scenografie molto particolari.

 

Caratteristiche dei corpi illuminanti e grado di protezione IP

Il Grado di Protezione IP è fondamentale per luci da esterno e corrisponde alla capacità di resistere agli agenti atmosferici solidi e/o liquidi. Il codice IP è sempre seguito da due numeri, la prima cifra indica la protezione contro il rischio di penetrazione dei corpi di tipo solido come le muffe, gli insetti e le polveri, è importante perché identifica anche la protezione da eventuale contatto accidentale del fruitore; la seconda cifra numerica invece indica il grado di protezione da penetrazione di sostanze liquide come l’acqua e la pioggia.

È importante scegliere prodotti con IP adeguato al clima, alla posizione, alla funzionalità per evitare problematiche durante l’utilizzo. Per l’illuminazione degli spazi outdoor in sia in giardino che in veranda o sul terrazzo, è necessario scegliere corpi illuminanti tra un range che va dall’IP44 all’IP68. Per il giardino e le diverse aree outdoor è consigliato l’utilizzo di luci con una temperatura di colore calda o neutra. La luce calda crea un’atmosfera rilassante e accogliente per le zone dedicate al relax o alla convivialità, una luce neutra è invece perfetta per valorizza i colori naturali della vegetazione e migliorare la sicurezza e la visibilità in zone specifiche del giardino.

(Visited 50 times, 26 visits today)

Articoli correlati: