Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

Come illuminare una Fashion Boutique

15 Giugno 2022

In una fashion boutique la scelta dell’illuminazione deve armonizzarsi con lo stile e l’atmosfera del locale: l’attenzione al dettaglio e alle minuzie estetiche è fondamentale perché un progetto illuminotecnico riesca ad esprimersi in tutto il suo potenziale. L’obiettivo è quello di mettere a proprio agio i clienti, farli sentire a casa, e allo stesso tempo evidenziare le collezioni e valorizzarle: un equilibrio sottile che richiede uno studio adeguato della scelta dei corpi illuminanti, della collezione da illuminare e dei limiti imposti dalla struttura architettonica degli ambienti. L’illuminazione racconta e sottolinea una storia: ed è la storia di un locale ad attrarre clienti e a spingerli ad entrare in una fashion boutique.

 

Una prima buona impressione è fondamentale

Avete mai sentito, dopo essere stati attirati da una vetrina particolarmente accattivante, l’impulso irrefrenabile di entrare in un negozio? Oppure, al contrario, è mai bastata una vetrina poco curata per convincerci a non metterci piede? Spesso è proprio la luce a guidare le nostre scelte e a dettare le nostre emozioni. Immaginate una vetrina nella quale i prodotti non sono ben illuminati: non vi verrà certo voglia di fermarvi a guardarli. In una fashion boutique il primo impatto è tutto: l’obiettivo è quello di catturare l’attenzione di chi passa per la via. In questo senso l’illuminazione accorre in aiuto: delle luci che vi aiuteranno a dare più ampiezza e profondità alla vostra vetrina, a dare più personalità alla vostra boutique, sono essenziali per attirare la clientela.

 

Una sinergia tra collezioni e luce

Pensare alla luce di una fashion boutique significa pensare allo stile delle collezioni che verranno ospitate al suo interno: è fondamentale dare risalto ai colori, ai tessuti, alle palette e alle tonalità dei prodotti ed è anche importante far sì che la luce non sia d’intralcio per lo spettatore. Luce e prodotto insieme saranno i protagonisti dello stesso show, due parti della stessa emozione. È importante, quindi, utilizzare delle lampade adeguate: un valore dell’indice di resa cromatica (CRI) superiore a 90 sarà sufficiente per avere la certezza di far risaltare il colore reale dei propri prodotti.

Le luci LED, in questo senso, sono un’ottima opzione: offrono un’illuminazione chiara e colori fedeli alla realtà. Anche la temperatura della luce gioca un ruolo importante. A seconda del tipo di prodotto che vuoi esporre sarà meglio utilizzare una luce più calda o più fredda. A volte in una fashion boutique c’è poi la necessità di sottolineare una particolare linea di nuovi prodotti. Anche in questo caso la luce viene in soccorso: basterà utilizzare un’illuminazione più brillante per catturare l’attenzione dello spettatore. Un corpo illuminante non è solo la luce che diffonde ma anche un elemento estetico che arricchisce l’atmosfera della stanza in cui si trova. Per questo la scelta delle lampade dev’essere molto precisa e ragionata. Scegliere dei corpi illuminanti che siano coerenti col gusto della stanza in cui si trova. E’ perciò possibile giocare con diversi tipi di apparecchi per creare l’atmosfera più adatta a ciascuno di noi. Una lampada giusta nel posto giusto può dare un volto nuovo al racconto che si intende scrivere per il cliente che visita la fashion boutique.

La luce in una fashion boutique è dunque fondamentale: il calore della luce può far risaltare un certo tipo di materiale e una resa cromatica corretta vi permetterà di valorizzare i colori reali delle vostre collezioni. Dare spazio all’illuminazione nella nostra vetrina può permettere al commerciante di spiccare tra i tanti negozi di una via di città ed è l’illuminazione che vi permette di mettere sotto i riflettori un particolare elemento della vostra collezione che merita più attenzione. Luce e collezioni collaborano per creare un’atmosfera di colori, emozioni e storie in cui i clienti sono protagonisti.

 

By Arli Luce

(Visited 17 times, 20 visits today)

Articoli correlati: