Copyright © 2020-2022 P.IVA 06746930152

L’illuminazione nei centri benessere e nei bagni termali

28 Giugno 2022

Nella progettazione di un centro benessere, ci spiega EGOLUCE, l’illuminazione ricopre un ruolo fondamentale

 

La luce è in grado di condizionare notevolmente la mente e l’umore dell’essere umano: come diversi studi sulla Human Centric Light hanno dimostrato, infatti, gli effetti della luce sull’uomo non si limitano a una pura questione visiva, ma incidono fortemente sulle funzioni cognitive di ciascun individuo e soprattutto sul suo ritmo biologico. L’illuminazione, inoltre, ha un importante impatto sulla percezione che si ha di un determinato ambiente: uno spazio illuminato in maniera soffusa è ideale per le attività più rilassanti, al contrario un ambiente ben illuminato è perfetto per attività più dinamiche.

 

Le aree messaggi e le aree relax

Le aree dedicate ai massaggi e al relax sono generalmente poco illuminate: la luce naturale è completamente oscurata per garantire al cliente la privacy adatta a fornire il giusto comfort. La luce ideale per queste zone è morbida, soffusa e spesso indiretta per stimolare ai clienti sensazioni di relax e benessere. La temperatura colore consigliata è quindi molto calda tra i 2000K e i 3000K ma ancor più indicato sarebbe l’utilizzo di sistemi dimmerabili per regolare la luminosità a seconda delle esigenze.

 

Le aree adibite ai trattamenti estetici

Al contrario, nelle zone dove si effettuano i diversi trattamenti estetici è necessario avere un’elevata quantità di luce con una temperatura di colore più fredda, tra i 3000K e i 4000K. In questo caso, infatti, l’illuminazione è funzionale a svolgere le diverse attività estetiche per le quali è fondamentale avere una visione ottimale, motivo per cui le sorgenti luminose utilizzate dovranno avere anche una resa cromatica adeguata (CRI>90). In questi spazi è preferibile servirsi di apparecchi direzionali a luce diretta come spot che abbiano un’apertura del fascio luminoso stretta e provvisti di lenti che riducono la luce spuria.

 

Le piscine e le docce sensoriali

La cura nella progettazione illuminotecnica delle piscine e delle docce sensoriali è sempre subordinata alla scelta di apparecchi d’illuminazione performanti e scenografici che abbiano un elevato grado di protezione IP. Il materiale più adatto per i prodotti da inserire negli ambienti umidi è l’acciaio Inox AISI 316L: è una lega di acciaio inossidabile molto resistente all’azione dei cloruri. Le piscine possono essere illuminate da faretti LED posizionati a filo del bordo in modo da valorizzarne le forme e il design oppure può esserne esaltato il perimetro con delle barre LED continue incassate nella pavimentazione.

Un’altra alternativa è utilizzare sorgenti luminose subacquee da posizionare all’interno della piscina in modo che si venga a creare un effetto suggestivo di luce diffusa all’interno dell’acqua. È inoltre possibile utilizzare un’illuminazione colorata tramite faretti RGB per poter approfittare dei benefici della cromoterapia: le luci colorate hanno infatti benefici straordinari sulla salute del corpo e della mente. Il sistema di illuminazione RGB può essere controllato da remoto grazie ad un sistema di domotica per poter ricreare straordinari giochi di luce in modo semplice ed immediato.

 

Il tepidarium

Il tepidarium è un’area di sosta a cui generalmente si accede al termine di un trattamento per consentire al corpo di ambientarsi gradualmente ad una temperatura inferiore e di reidratarsi con tisane e bevande. La piacevole temperatura del tepidarium aiuta a distendere e a scogliere le tensioni, soprattutto se attrezzata con panche o chaise longue ergonomiche riscaldate. Per favorire la sensazione di relax, anche in questo spazio è indicata un’illuminazione soffusa e indiretta. Un’ottima soluzione è quella di nascondere la luce al di sotto degli arredi.

 

L’esterno

Un buon progetto illuminotecnico degli spazi outdoor è fondamentale per creare un’atmosfera godibile e rilassante ma la funzione della luce è anche quella di enfatizzare particolari dettagli architettonici per rendere lo spazio più attraente. La luce è in grado di esaltare i volumi e dare nuova vita anche agli elementi architettonici più semplici come scale, camminamenti, balaustre e corrimani.

(Visited 5 times, 5 visits today)

Articoli correlati: