Copyright © 2020 P.IVA 06746930152

Come nasce un pezzo unico Made in Italy

18 Marzo 2021

‘Dietro le quinte’ della lampada in vetro soffiato Beam Stick Nuance di OLEV

 

Nel cuore della regione veneta, c’è un laboratorio dove il tempo sembra essersi fermato. Un’azienda dove si pratica ancora un’arte davvero affascinante: la soffiatura del vetro. La soffiatura artigianale del vetro è infatti un mestiere millenario, oggi sempre più raro. È l’arte che Venezia ha custodito gelosamente per secoli nell’isola di Murano, dove vennero creati i più straordinari tesori di arte vetraria.

Oggi questi maestri vetrai sono tra i pochi al mondo a portare avanti la tradizione veneziana realizzando preziosi manufatti, apprezzati e ricercati in tutto il mondo. È qui che nasce Beam Stick Nuance, la sospensione in vetro sfumato di OLEV firmata da Marc Sadler.

3 strati diversi per una lampada unica

Tutto inizia con la fusione di una miscela di sabbia e minerali all’interno di una fornace detta crogiolo. Questa miscela consente di ottenere un vetro trasparente e viene fusa fino a diventare una massa incandescente della consistenza ideale per essere lavorata. Con una lunga asta metallica, l’artigiano estrae la densa e morbida massa dal crogiolo, facendola ruotare in modo che non coli verso il basso. Dopo averla raffreddata la inserisce in un secondo crogiolo, che contiene la miscela per il vetro bianco. Sarà proprio il vetro color bianco latte a dare alla sfera di Beam Stick Nuance l’opacità che attenua l’intensità della sorgente luminosa, creando il piacevole effetto di luce diffusa.

Ma per le straordinarie sfumature di Beam Stick Nuance è necessaria una terza miscela, che contiene i pigmenti per il colore. Grazie a tre strati di vetri diversi sovrapposti e lavorati magistralmente, Beam Stick Nuance si è arricchita di sfumature inimitabili.

Nasce così un oggetto unico, che non potrà mai ripetersi in maniera identica e standardizzata.

(Visited 36 times, 1 visits today)

Articoli correlati: